alimentazione prenatale

vocabolarietto per l’alimentazione della mamma in attesa:

prima di tutto:   prevenzione!

Si intende per prevenzione l’adozione di uno stile nutrizionale finalizzato all’abbattimento dei rischi di sviluppare malattie nel bambino e nel futuro adulto.

Evitare una dieta ricca in grassi e zuccheri durante la gravidanza rappresenta un atteggiamento corretto per prevenire nel nascituro l’obesità, le malattie cardiovascolari e metaboliche ed alcuni tipi di tumore in età adulta (ricerca dell’Università di Adelaide – sezione School of Agriculture Food and Wine, in Australia – diretta dalla dottoressa Beverly Muhlhausler e pubblicata sul “Faseb Journal”)

È noto ormai che  il nostro corredo genetico regola la risposta individuale al cibo di cui ci nutriamo (nutrigenetica) e, d’altro canto, gli studi stanno evidenziando che il cibo può cambiare in modo significativo l’espressione dei geni (nutrigenomica) (si rimanda ovviamente a letture scientifiche di pertinenza per specifici approfondimenti). Tradotto in termini semplici ciò significa adottare un corretto comportamento alimentare è preventivo perché i geni sono plastici e la loro regolazione subisce gli effetti di ciò di cui ci si nutre.

Un buon consumo di frutta e verdura (fonte di fitocomposti) può riprogrammare i geni e riportare ad uno stato di salute alimentare ottimale.

Ciò premesso, serenamente affermiamo che alcune sostanze non devono assolutamente mancare nell’alimentazione di una donna che aspetta un bambino.
Normalmente queste sostanze sono fondamentali per mantenere uno stato di buona salute, ma lo sono ancora di più durante la gravidanza. In questo periodo, infatti, i nutrienti vengono convogliati verso lo scambio placentare tra madre e feto, per favorire il corretto sviluppo degli organi e dei tessuti del bambino e per aiutare la madre ad avere una buona ripresa dopo il parto. È perciò di fondamentale importanza che la futura mamma segua una dieta variegata ed equilibrata adeguata al suo stato gravidico, limitando l’assunzione di sostanze potenzialmente pericolose per il feto e prestando particolare attenzione ad alcuni nutrienti essenziali per i quali le necessità aumentano durante i 9 mesi di gestazione.

Ma quali sono questi nutrienti così preziosi e perché sono così importanti durante la gravidanza? Scopriamone insieme alcuni…

ACIDO FOLICO (vitamina B9)
L’acido folico è una vitamina del gruppo B molto importante per l’organismo ed in particolare nel periodo gestazionale. In gravidanza il fabbisogno di acido folico cresce notevolmente.
La supplementazione giornaliera raccomandata è di 0,4 mg, in quanto il fabbisogno cresce di circa il 50% rispetto a quello di una donna non in gravidanza.
L’acido folico è contenuto in alcuni vegetali (carciofi, broccoli, asparagi, spinaci, lattuga), le frattaglie come fegato, reni e il lievito di birra.
Una carenza di acido folico potrebbe compromettere la maturazione del tubo neurale (spina bifida, malformazioni)

IODIO
Ha la funzione di produrre gli ormoni della tiroide e sovrintende alla funzionalità  tiroidea. In gravidanza il fabbisogno aumenta di circa il 30%, per far fronte anche alle richieste del feto. Tra i cibi che contengono maggiormente iodio ricordiamo: il pesce, alcuni molluschi e naturalmente, il sale iodato.

VITAMINA A
È fondamentale nella rigenerazione della pelle, nello sviluppo dello scheletro

forma attiva di vie dei denti. La si trova nelle carote, negli spinaci e simili, nel latte, nello yogurt e nel fegato. Una sua carenza potrebbe far sorgere problemi polmonari nel bambino.

VITAMINA C
Ha azione antiossidante (peperoni, ribes nero, fragole, agrumi, broccoli, kiwi) ed interviene nella regolazione del peso del feto e dello sviluppo neonatale.

VITAMINA D
l’esposizione ai raggi solari fa sì che l’organismo produca autonomamente la tamina D necessaria al suo corretto funzionamento. È la vit. D responsabile dell’ assorbimento e utilizzo del calcio e del fosforo (olio di fegato di merluzzo, tuorlo d’uovo, alcuni pesci particolarmente grassi, come salmone o tonno, e i formaggi grassi)

DHA – EPA

è un acido grasso polinsaturo della serie omega-3, insieme a EPA si trovano ad alte concentrazioni nel grasso dei pesci che vivono nei mari freddi. Gli acidi grassi omega-3 (DHA ed EPA) sono considerati “acidi grassi essenziali” perché il nostro organismo non è in grado di produrli (o solo in piccolissima parte) e il loro apporto è possibile solo con l’assunzione di alimenti che li contengono.
DHA è presente in elevata concentrazione nel cervello e nella retina e contribuisce al normale sviluppo celebrale e degli occhi nel feto e nel lattante (attraverso il latte materno).

In gravidanza l’effetto benefico è ottenuto con l’assunzione giornaliera di 200mg di DHA in aggiunta alla dose consigliata di acidi grassi omega-3 nell’adulto, pari a 250mg di DHA e EPA.
L’assunzione con la dieta di DHA può ridurre anche il rischio di malattie cardiache riducendo nell’uomo il livello nel sangue dei trigliceridi. Aggiungiamo a ciò che  è stato osservato che bassi livelli di DHA sono stati associati con la malattia di Alzheimer.

SALI MINERALI (calcio, ferro, fosforo)
Il ferro è il principale costituente dell’emoglobina (la proteina che trasporta l’ossigeno alle cellule) ed è pertanto un elemento importantissimo per l’ossigenazione dei tessuti. Interviene anche nell’attività muscolare.
Durante la gravidanza il suo fabbisogno aumenta fino a raggiungere una quantità giornaliera di poco inferiore ai 30 mg. Un suo supplemento interviene per ridurre il rischio di anemia materna, comune nel terzo trimestre di gravidanza e nel post parto.
Per le donne in gravidanza si raccomanda di introdurre circa 10 mg di ferro in più, oltre a quello assunto normalmente.
Il ferro si trova nella carne, nelle frattaglie, nei legumi, nella frutta secca oleosa, nei cereali integrali e nelle verdure a foglia verde (ad esempio, gli spinaci).
Il calcio è importante per lo sviluppo dello scheletro del feto (latte, formaggio, alcuni tipi di pesce) ed il fosforo per la struttura ossea ( latte, carne, pesce, frutta secca, uova e legumi).

1048total visits,2visits today

Lascia un commento