STRUMENTI DI CRESCITA

bimba-che-legge

Da “Il libro selvaggio”, Juan Villoro, Salani Editore, 2010

A volte, alcuni nascono con una grande capacità di lettura, ma poi la vita li rincitrullisce. Esistono famosi imbecilli che sono stati bambini in gamba

Lo zio Tito, il bibliofilo più pazzo del mondo, insegna al nipote quattordicenne Juan che leggere è un atto creativo. Egli sostiene che esistono i lettori princeps i quali non leggono grandi quantità di libri, ma trovano più cose in quelli che leggono.

Esistono, inoltre, i lettori princeps  interruptus che non hanno letto con costanza e che si distinguono dai lettori princeps continuum.

Il Princeps continuum è chi mantiene il talento di leggere per tutta la vita


Leggere, quale strumento di crescita, è un’attività creativa necessaria allo sviluppo della personalità di un bambino che ha bi-sogno (che ha il sogno) di diventare grande

cropped-cropped-cropped-logo-1-1-1.png

976total visits,3visits today

Lascia un commento