LEGGERE AI BAMBINI – LEGGERE CON I BAMBINI

Qual è l’incanto della lettura ad alta voce promossa sin dall’età prescolare?
E’ possibile che la lettura del libri in tenera età aiuti a pianificare per le neonate generazioni  un mondo più bello, più pulito, più buono?
Quale contributo noi adulti possiamo offrire affinché il mondo bambino si adoperi sin da subito a creare un mondo nuovo?

Ho da poco parlato ad un pubblico di genitori attenti, ricettivi e desiderosi di riflettere su queste domande per le quali ho cercato risposte adeguate e realizzabili nel concreto sin da subito da lì al loro immediato rientro a casa quella stessa sera, dopo il seminario sui benefici della lettura ad alta voce.
Ho visto quegli adulti particolarmente affascinati dal concetto e dai contenuti dell’apprendimento dei bambini. È come se non si fossero mai sufficientemente soffermati sulla propensione dei bambini ad immaginare come potrebbe funzionare il mondo, ma fossero fermi sull’insegnar loro come funziona il mondo, il mondo dei grandi.
Noto spesso che i genitori sono probabilmente sempre e troppo concentrati a trasmettere la propria visione dell’ambiente, della società, della città e così via, preoccupati di difendere, proteggere e preparare i loro figli al peggio più che al meglio.
In fondo, l’educazione è prima di tutto trasmissione di comportamenti, valori, principi morale che viaggia sul linguaggio non verbale, sull’imitazione diretta di azioni e atteggiamenti.
I genitori, a volte inconsapevolmente, educano a propria immagine e somiglianza anche quando tentano di nascondere modi di relazionarsi alle cose non consoni all’età dei loro piccoli o quando prendono le distanze dagli altri in virtù di un egoismo non giustificato, in particolare quando sono canalizzati e ipnotizzati dallo scroll del loro smartphone.

MA I BAMBINI  NON DEVONO FAR ALTRO CHE “APPRENDERE” CON GLI OCCHI SPALANCATI SUL MONDO DEI GRANDI, CHE E’ LORO A TUTTI GLI EFFETTI.
I BAMBINI DEVONO AVERE GLI STRUMENTI PER:
  1. IMPARARE COME FUNZIONA IL MONDO 
  2. IMMAGINARE COME POTREBBE FUNZIONARE
nel seminario abbiamo lavorato con successo e positività sul secondo assunto:
la lettura ad alta voce, la lettura condivisa, lo spazio da dedicare con pazienza e con piacere alle pagine di un buon libro (basta poco), tutto ciò permette di creare una relazione affettiva ed un legame indissolubile fatto di fiducia e sentimenti puri, attraverso i quali si veicolano strumenti di indagine e di conoscenza universali.
quindi l’immaginazione, la fantasia, l’affinamento di capacità cognitive, la capacità di prevedere, creare e inventare nuove scenari, nuovi finali di storie affascinanti, di essere i promotori di eventi fantastici ma realizzabili, … ecco non è poco!
Questo accade leggendo un libro con i bambini:
Accade che la storia, le storie, le fiabe, le illustrazioni dei silent books, fanno diventare i nostri bambini i costruttori di mondi nuovi, migliori dei nostri.
Fanno diventare noi adulti, che viaggiamo con loro tra le parole dei libri, tra i suoni onomatopeici, tra i  silenzi e le pause di immagini che rapiscono anche la nostra attenzione, felici ed orgogliosi di essere un giorno superati in fatto di conoscenza e di pianificazione del futuro proprio da chi abbiamo messo al mondo.
Per approfondimenti vai alla pagina dei contatti e strumenti di crescita

 



1111total visits,2visits today

Lascia un commento