Siamo stati pensati da un’unica mente e veniamo direttamente dallo stesso bozzolo!

Potrebbe o no questa essere un’affermazione da trasmettere ai bambini volendo spiegar loro che siamo tutti uguali?

Il signore delle farfalle, di Silvia Roncaglia, illustrato da  Cristiana Cerretti, Sinnos Editrice

(La Sinnos editrice è un’Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS) che ha come finalità il reinserimento lavorativo di persone svantaggiate)

 

Un testo che potrebbe far germogliare la dimensione mentale, ma anche quella spirituale nella coscienza nascente dei bambini.

La storia fa teneramente  riflettere sull’ esistenza di un Signore al di sopra di tutto e di tutti  perché è il Creatore dell’universo.

Il Signore delle farfalle nel nostro pianeta ha assunto tanti nomi, a seconda della religione, delle popolazioni e delle etnie, ma Lui, puoi chiamarlo come vuoi; rimane, infatti, sempre lo stesso dovunque! Agisce allo stesso modo e tratta tutti con la stessa sicurezza usando attenzione e protezione, anche quando non sembra affatto che usi lo stesso metro di misura per tutti, grandi e piccini, seri e burloni, dritti e rovesci.

Ha creato le idee-uomini e le idee-donne che, a loro volta, hanno tante e tante idee farfalle! 

Lui, il Signore delle farfalle, ha  tante idee per tutti,  anche per quegli uomini e quelle donne che hanno cominciato a dire che questo è MIO e che quello è TUO, questo è BIANCO e questo è NERO.

Lui, con le idee, aveva pensato una terra senza limiti e senza barriere.

 

Le farfalle sono state pensate da Lui come la soluzione per superare limiti e ostacoli, muri e staccionate.

Le farfalle  saranno la soluzione anche in futuro perché le barriere sono ancora tante, ma per fortuna i bozzoli – da cui nascono – sono lì per far nascere le farfalle variopinte che si poggeranno dappertutto per indicare alle donne e agli uomini miopi e presbiti la propria bellezza fatta di colori.

Il libro ha, nella sua parte finale, una sezione che invita all’attività laboratoriale:

  • la scuola con classi multicolori,

  • la famiglia con bimbi provenienti da tutte le parti del mondo,

  • le associazioni che operano nell’intercultura

  • o  … chiunque lo volesse! Esclusivamente per il gusto della creatività e dell’arte, strumenti interculturali altamente educativi. 

È uno stimolo alla riflessione, è un momento di crescita, è un angolo per i nostri bimbi, è un laboratorio che ci stupirà per quanta creatività farà esplodere. 

È un testo pubblicato per la prima volta nel 1999 ed una seconda volta nel 2005.

Sì, è un testo datato, ma, come le farfalle figlie del Signore, è sempre all’opera perché di intercultura si parla costantemente ed i bimbi ne sono maestri.